Addio mia bella signora

Addio mia bella signora,
lasciamoci così senza rancor,
al destino che vien, rassegnarsi convien,
sospirare, piangere, perché?

No, la commedia è inutile,
ti leggo in fondo al cuore,
quello che vuoi nascondermi
sta scritto in fronte a te.

Su, non mentire, dimmelo
che spento è il nostro amore,
tanto che vale illudersi,
tutto finisce, ahimè!

Addio mia bella signora,
lasciamoci così senza rancor,
al destino che vien rassegnarsi convien,
sospirare, piangere, perché?

Tu sei passata incognita
un dì sul mio cammino,
io, senza nulla chiederti,
t’accolsi in braccio a me.

Confusi in un sol palpito,
il mio col tuo destino.
Ora mi dici:
“Vattene, vedi, non t’amo più”

Addio, addio mia bella signora,
va pure, segui pure il tuo destin,
saprò dire al mio cuor:
“È finito l’amor, la chimera fragile passò”.

ENNIO NERI

Published in: on settembre 28, 2016 at 07:46  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/09/28/addio-mia-bella-signora/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Che piacere
    Tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: