Lo strofinaccio

Sfogliando il mondo
svolgo il panorama
che sbozza il filo attorto
da licenza di uccidere…
strofinaccio
col peso di lavare
aggrava lo scarto
estraendo
lamenti agli abissi
seppure la pietra
è un fratello,
insiste inzuppato
di sangue
avanti indietro
su lastrico bagnato
dove scivola il tempo
fino all’ultima stanza.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on ottobre 22, 2016 at 07:15  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/10/22/lo-strofinaccio/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. un concetto, un baratro che spesso si inoltra nell’essere umano. spero di non essermi sbagliata. Rosy

  2. Ora è tempo di dire basta a quanto succede nel mondo…troppi inutili e disumane morti. Tragica questa tua poesia, ma purtroppo vera.

    • Poesia drammatica vome è drammatico oggi il vivere
      Grande
      Tinti

  3. Ne riconosco la drammatica intensità e verità, espressa con versi scarni ma efficaci come lame affilate!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: