Obesità

C’è fumo di luci offuscanti la mente,
lacrimogeni sparsi come nebbia al mattino,
paraocchi di cavalli portati al macello,
sguardi fissi sulle vetrine
e lunghe file d’avidità e invidia nascoste.

Abbiamo eretto totem pagani,
spazzato via tutto quello che serve
a fermarsi un poco a pensare
perché è la corsa che conta
la corsa a procurarsi il denaro
per farsi più belli di nuove collane
rubate alle madonne di turno.

Per sguazzare in questa palude
che lascia annegare chi non ha niente,
per coprirsi le orecchie
da sirene indecenti
coi loro canti in purezza.

L’ipocrisia è rimasta senza vestiti,
si corre obesi di pance e di cosce,
ma tutti fan finta di niente,
le case di moda disegnano fumi,
pagliacci di paglia e di fieno
riempiono spazi con parole in disuso.

Lorenzo Poggi

Published in: on ottobre 29, 2016 at 07:36  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/10/29/obesita/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Poesia negativa, che mi lascia l’amaro in bocca. Viviamo nella negatività, è vero, ma ciò non toglie che ci sia ancora molto di positivo.
    Sandra

  2. Certo il positivo c’è ma da cecare col lanternino vero lorenzo?momento tremendo
    Tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: