Vertigine che capovolge

Si alzano sotto cieli ciechi
gli occhi del viandante,
cado di vertigine mentre attraverso
la tua volontà…
sono fuggiti gli spiriti degli appesi
venuti a reclamare l’ultimo fiato
sugli stracci degli dei,
siamo nella moltitudine
nella cavità,
siamo sullo stesso tono di grigio
dove finalmente danzano le vacche
e vegliano i pastori
lo stesso identico tono di grigio
anche se non distinguo più i colori
mentre danzano i briganti
e vegliano le guardie…

Massimo Pastore

Published in: on novembre 2, 2016 at 07:16  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/02/vertigine-che-capovolge/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Grazie Massimo sono entrata nella tua vertigine
    Tinti

  2. MOlto sentita. Bellissima
    De Simone

  3. Coinvolgente! Piera

  4. Grazie a voi. Massimo


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: