Limbo

L’amore è stanco
e non mi risponde.
Non risponde al mio richiamo
perchè stanco.
Stanco per il lavoro, il correre,
per il dormire:
la notte lo frammenta
in un batter di ciglio,
e il mio seno, così
non si riscalda neppure…

Amore…
risvegliati dal torpore della stanchezza.
Il tuo correre ormai
vortica nel limbo del non ritorno
alla vita senza fortuna,
il mio seno non avverte
il tuo forte calore.

Amore, amore
fai tuonare
la bora dei sensi
che ti riporti a me…
e scompiglia così
il senso del tempo
che corre dietro di te:
il mio seno così
si acciglia al tuo solo sfiorarmi…
…con gli occhi.

Glò

Published in: on novembre 3, 2016 at 06:50  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/03/limbo-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Supenda poesia d’amore Piera

  2. Succede proprio così cara Glò; il quotidiano finisce per travolgere ogni cosa, anche l’amore, quell’amore che un tempo era l’unica ragione di vita.
    Bellissimo questo tuo dolce invito a riappropriarsene, e non solo per brevi istanti!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: