Macerie

E fra poco cadrà la neve

sui muri crollati del salotto

ricoprirà leggera

i resti della cucina

e i vetri infranti dello specchio

congelerà per sempre i sogni di una vita felice

insieme alle maioliche del bagno

si poserà ineffabile sul divano di pelle

e sul nostro amato letto

avvolgerà gelida

la foto sorridente del nostro Gianni

e il peluche di Cristina

preserverà per sempre

i ricordi di una vita insieme

e le speranze di un tempo

quando sembrava che tutto

potesse avere un senso

e sarebbe sorto il sole

a cacciar via il buio

della notte più oscura…

anche domani.

Sandro Orlandi

Published in: on novembre 6, 2016 at 06:58  Comments (10)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/06/macerie-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. Una realtà …che uccide
    Quasi indicibile.
    Molto Bravo e molto Bella.

    Il Passero

  2. Molto intensa e potente in ogni passaggio emozionale.
    Un abbraccio

    Maristella

  3. Le amarezze della vita che lasciano il loro indelebile segno. Le hai poeticamente ben evidenziate.
    De Simone

  4. Grazie a tutti!
    Sandro

  5. Veramente sentita questa poesia, molto tragica ma nonostante si respira amore in ogni frase, molto bella. Rosy

    • Grazie Rosy, mi conforta la tua condivisione.

  6. Caro Sandro, non so se questa tua nasce dall’avvenimento di questi giorni, immaginato o vissuto realmente, nel primo caso, oltre la mia ammirazione hai anche tutta la mia solidarietà.
    Ma in entrambe i casi non si poteva descrivere meglio l’angoscia che si può provare davanti a quelle macerie che rappresentano il crollo di una vita e delle speranze!
    Bravo!
    Alberto B.

    • Grazie Alberto. Casa nostra per fortuna è integra (finora) ma tutto intorno a noi è una tragedia. Basta che ci affacciamo a 15 km da qui e rovine, macerie e disperazione ci investono in pieno. Comunque il terrore provato è stato oltre ogni immaginazione e lascia una ferita indelebile nell’anima e nel cuore. Non si è più gli stessi… dopo.

  7. Caro Sandro, la poesia è bellissima, coinvolgente.
    Mi unisco al vostro dolore

    Graziella

    • Grazie Graziella.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: