Rondò di primavera

Hai pelle chiara come bucaneve
ma le labbra profumano di rosa.
Monotone d’amor son le parole
e come posso ora utilizzarle,

mentre attendo che tu mi risponda
e confuso m’affretto ad ascoltarti?
Hai pelle chiara come bucaneve
ma le labbra profumano di rosa.

Alla fine però non m’ingannare
e la paura che ti vela gli occhi
rapidamente si sciolga, ti prego,

come la neve caduta l’anno scorso.
Hai pelle chiara come bucaneve
ma le labbra profumano di rosa.

JAROSLAV SEIFERT
Published in: on novembre 7, 2016 at 07:01  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/07/rondo-di-primavera/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Bellissimo questo sonetto anomalo che rispetta la metrica, ma non la rima; ciò lo rende affascinante!
    Grazie Max.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: