Venduta

Forse

voi bambini

che varcate quella soglia

un giorno

sentirete solo vostra

questa casa

che a me

piccino

appariva misteriosa

in alcune stanze

che dal buio

mi precipitavano in fuga

per le scale

verso la cucina

ed il fuoco del camino,

mentre a Natale

lo stesso buio lampeggiante

della sala

e del suo albero

mi cullavano

in dolci sogni di regali

e di pace.

Forse

correrete nel suo giardino

ad esplorare lo spazio

tra le siepi

guardando con timore

il buio sotto le verande,

respirando il profumo

della primavera

con le passeggiate delle formiche

ed i voli colorati

delle farfalle,

senza sapere mai

delle due querce tagliate

e dell’altalena

che da una dondolava

un tempo.

Forse

giocherete anche voi

a pallone nel cortile

tra grida felici

libere per un attimo

da tutta quella tecnologia

indispensabile

senza sapere mai

della paura

d’esser sgridati

per aver rotto

qualche piantina di prezzemolo

o dell’attesa che fossero le quattro

per potersi muovere

alla velocità di un suono,

più forte.

Forse

un giorno

sentirete solo vostra

questa casa

che ora posso solo osservare

di passaggio,

questa casa

che mi compare nella mente

ogni volta

che penso al ritorno

e che

senza che lo sappiate mai

sarà ancora e sempre mia.

 

Gian Luca Sechi

Published in: on novembre 10, 2016 at 07:29  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/10/venduta/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Il pensiero complessivamente è molto bello, ma perchè spezzarlo nella forma in questo modo?
    A mio modesto parere, sarebbe stato meglio formare le strofe in maniera diversa e meno dispersiva.
    Apprezzato molto il contenuto!
    Alberto B.

    • Sono felice che tu abbia apprezzato il messaggio contenuto, sulla forma posso ammettere candidamente di avere alcune lacune, non seguendo dettami stilistici precisi, mi limito a scrivere come sento debbano essere lette le parole e mettendo le pause nei punti che vorrei sottolineare; quindi semplicemente cerco di scrivere nel modo in cui vorrei che gli altri leggessero quanto scrivo. Grazie del commento!

      Gian Luca


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: