In cucina

Quel tuo prendermi nell’abbraccio di spalle

impaziente del sapone nelle mie mani

il mio spingerti ridendo via

ché ho piatti da lavare e la confusione attorno

Quel bicchiere di vino che mi servi

ancor prima di sedere

a me – che non bevo –

e che amo questo gesto

Il cucchiaio condiviso a rubarci la torta

o il gelato quando è estate

Tutto – l’abbraccio il vino – perdona

la noia del forno ventilato e incrostato

l’amnesia di un’ala di pollo abbandonata

e secca all’ultimo ripiano

del frigorifero classe a

il tedio dell’insalata da pulire

il confronto mai sostenuto di un ragù

la rabbia marrone del caffè

di cui non colgo l’attimo

ed evade sul fornello

Tutto – tutto succede –

in questa cucina ch’è cuore

e insieme ottusa prigione

ad ergastolo

 

Anna Zucchini

Published in: on novembre 17, 2016 at 07:46  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/17/in-cucina-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Sei speciale per la tua candida ironia
    Tinti

  2. Molto bella. Nei semplici gesti giocosi emerge l’amore profondo e il tutto in cucina che, nella chiua, viene viene dileggiate quale coercicizione della donna.
    De Simone

  3. bravissima Anna! racchiudere nei gesti e negli oggetti di cucina il senso di una storia, sei fantastica! e ti capisco anche molto bene! baci, alessandra

  4. Molto bella e apprezzata.

    Graziella


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: