Potrei

Potrei chiuderla io
questa pagina lisa
sospenderlo qui
questo monco paragrafo
senza verbi al futuro
Scivolano le mie parole
come acqua di ruscello
accarezzano lisce le pietre
nessuna che lasci un segno
nessuna che smuova il suo letto
So di doverla fermare
quella dolce sorgente
scaturigine vana di roccia
che invade i miei fertili campi
Ora prendo un macigno
la sigillo e la chiudo per sempre
ma è ancora un inutile sforzo
è troppo pesante quel masso
e immensa voragine il cuore
Non resta che alzare una diga
che sia cicatrice di pietra
per chiudermi ogni ferita
Non la vedi quell’ombra di uomo
che lenta si accosta alla riva?
Sono io quell’illuso viandante
che si sporge di notte sull’argine
e quei sassi che getta nell’acqua
sono tanti piccoli addii

Fabio Sangiorgio

Published in: on novembre 20, 2016 at 07:29  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/20/potrei/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Molto, molto piaciuta. Ha pizzicato le corde del mio cuore
    De Simone

  2. Bellissima!

    Graziella


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: