L’agguato

Sei un senso
netto smarrimento
in sospeso un male che non è
definisci connessioni tra te e me
prepari l’agguato mentre il cerchio
stringi
mi guardi e mi confondi
nel rumore del tuo fondo
sono lievito
tra folle appesantite dagli odori
e il bello che sfiora la mia pelle e scorgi
è la presa del tuo ingresso
in questa sospensione
ove vivo sottovoce
sorrido
alla bellezza
e il senso muore
esausto
del tuo agguato.

Enrico Tartagni

Published in: on novembre 21, 2016 at 07:39  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/11/21/lagguato/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: