Ho scritto di cose e di vento

Ho scritto di cose e di vento,
ho impastato idee in frasi di comodo,
ho disegnato albe e tramonti,
ho visto il mondo da un aquilone
e prati infiniti e onde schiumate
e laghi in amore, la furia del tempo,
nubi che scalciano, paludi primordiali,
alberi nella nebbia, fossi come ferite aperte,
sciami d’uccelli farneticare nel bosco.

Ho scritto di noi,
di come eravamo,
di come siamo,
del sangue che sprizza,
dei morti ammazzati,
di tappeti rigonfi
di peccati coperti,
di gente all’oscuro,
della storia che torna indietro.

Ho invocato nuove strade
da percorrere insieme
ho sognato città dove
“ buongiorno vuol dire buongiorno”,
ho cacciato farisei o sepolti nel tempio
ma ricrescono sempre come teste di Idra.

La vecchia quercia è sempre
in attesa sulla collina.

Lorenzo Poggi

Annunci
Published in: on dicembre 14, 2016 at 06:55  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/12/14/ho-scritto-di-cose-e-di-vento/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. la fine è… da brivido!
    Sandro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: