Sull’ali della sera

partono l’ombre
come sospesi aliti
accappiati
dallo specchio icastico,
rotolano a valle
nell’egro mare…
quest’involucro opaco
dove con l’ego sommo
l’io dimora,
gamete impercettibile
abbrancato
alle ceneri dell’archetipo,
vuoto imperfetto
tra covile e cuna,
è un fiume pullulante
di piraña,
polpa avvizzita
masticata da vacuo sermone,
canti e contesti
tra celeste e pane.

Giuseppe Stracuzzi

Annunci
Published in: on febbraio 22, 2017 at 07:11  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/02/22/sullali-della-sera/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Bellissima!!! Un incanto!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: