Piccolo funerale

PEQUEÑO FUNERAL

Para ti y yo acabaron los diciembres
de viento frío y de alcoba sola.
Tu patria se ha ido lejos de mi patria
y tu boca no encaja ya en mi boca.

Nos agarró el Destino por los brazos
y no nos permitió la despedida.
Algún dios rencoroso partió en cuatro
pedazos nuestras últimas caricias.

No podremos volver a tomar juntos
el desayuno, en platos hermanados,
nuestras piernas en cruz bajo la mesa.

Nuestras manos no son ya nuestras manos.
Se nos ha muerto -como un buen amigo-
en la sala del alma, el entusiasmo.

§

Per te e me finirono i giorni di dicembre
di vento freddo e solitaria camera da letto.
La tua patria è andata lontana dalla mia patria
e la tua bocca non s’incastra più alla mia bocca.

Ci afferrò il destino per le braccia
e non ci consentì di salutarci.
Qualche dio rancoroso ha fatto
a pezzi le nostre ultime carezze.

Non torneremo a consumare assieme
la colazione negli stessi piatti,
con le gambe incrociate sotto il tavolo.

Le nostre mani già non sono le nostre mani.
È morto in noi – come un buon amico
nella stanza dell’anima, l’entusiasmo.

JORGE DEBRAVO

Annunci
Published in: on marzo 7, 2017 at 06:55  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/03/07/piccolo-funerale/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: