Prato d’attesa

Lievi e colorati, i petali,

li stacco ad uno ad uno

nell’ora d’incredibile rugiada.

 

Il viale alle mie spalle

sembra lungo un treno

e, ancora, tu non arrivi.

 

Tra fili d’erba imbalsamata

il bruco gioca a nascondino

e, intanto, prende posto.

 

Quand’è che ti vedrò

spuntare fresca dal roseto,

con i capelli al cielo?

 

Aurelio Zucchi

Annunci
Published in: on marzo 8, 2017 at 07:49  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/03/08/prato-dattesa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Lieve e colorata. Mi ha riportato alla mente la “Primavera” del Botticelli.
    Complimenti. Carlo

    • Come sempre aurelio i tuoi tocchi delicati sono magia…

      Tinti

  2. Dolci colori di un attesa che si confonde con la primavera!
    Molto accattivante!
    Alberto B.

  3. Versi bellissimi dal colore delicato della poesia.
    De Simone


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: