Risvegliarsi quando albeggia

Risvegliarsi quando albeggia
ché ti soffoca la gioia,
e dal tondo finestrino
contemplare l’onda verde,
o in pelliccia sopra il ponte
ascoltare nel maltempo
come battono i motori,
ed a nulla non pensare,
ma l’incontro presentendo
con colui ch’è la mia stella,
per il vento e per gli spruzzi
sempre più ringiovanire.

ANNA ANDREEVNA ACHMATOVA

Published in: on marzo 17, 2017 at 07:31  Comments (5)  

Ecco perchè

Così distante è quel chiaro giardino
dove la forma scioglie il suo colore
e solo il cuore resta inalterato
agli occhi di chi ne ha l’accesso?

Lungo i sentieri impervi della vita,
suole più volte ho consumato a iosa
per colpa di una voce ripetuta
che alla sostanza sempre m’invitava.

Non sarai degno di guardare altro
se prima, dentro, non avrai visto te.
O… viceversa?
Ecco perché devo crescere ancora!

Aurelio Zucchi

Published in: on marzo 17, 2017 at 07:08  Comments (5)  

Magia

.
Se con un tocco di magia
potessi far sparire la malinconia
e quel dolore sordo
che spezza il cuore tuo…
Risvegliar la mente dal sonno apatico
di chi vien rapito da ricordi amari
e indossa maschere per non far notare
la confusione che gli fa mancare
la serenità di poter amare
Provare una volta ancora 
l’emozione del primo bacio
come ragazzino coi capelli al vento
e il rossore per il pudore
di quell’istinto conosciuto,
ma non ancor vissuto
Ritrovare il gioco eterno
di veri abbracci che son passione,
estremi sensi di lussuriosa voglia,
la bocca fresca sulla pelle
che scende come rugiada sopra foglia
e poi si posa sul tuo pulsare
come a volere riposare
ma insaziabile ti assapora
per offriti piacere,
colmare voglie celate
confuse come onde del mare in tempesta
fino all’urlo finale
del godere immenso

Magia…

Patrizia Mezzogori

Published in: on marzo 17, 2017 at 07:00  Comments (7)  

Guardandoti

Ti ho rivista 
i capelli sul tuo viso


lunghi fino al fondo 
a vestirti da madonna.



Un sorriso tra i tuoi occhi
 le labbra che lo seguono.


Celestiale m’appare ancora


quell’immagine di te.



Luminoso  il mio vedere 
in una trama più celeste


tra le nubi diradata
 m’inebria ancor di te.

 

Il Passero

Published in: on marzo 17, 2017 at 06:51  Comments (9)