Io ardo

.
“Io ardo” dissi, e la risposta invano,
come ‘l gioco chiedea, lasso, cercai;
onde tutto quel giorno e l’altro andai
qual uom, ch’è fatto per gran doglia insano.
Poi che s’avide, ch’io potea lontano
esser da quel penser, più pia che mai
ver me volgendo de’ begli occhi i rai,
mi porse ignuda la sua bella mano.
Fredda era più che neve; né ‘n quel punto
scorsi il mio mal, tal di dolcezza velo
m’avea dinanzi ordito il mio desire.
Or ben mi trovo a duro passo giunto,
ché, s’i’ non erro, in quella guisa dire
volle Madonna a me, com’era un gelo
.
PIETRO BEMBO
Annunci
Published in: on marzo 19, 2017 at 07:42  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/03/19/io-ardo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Grazie Max… un abbraccio! Piera

    • Sempre grazie
      Tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: