Quel goccettin di vin che bevo

Quel goccettin di vin che bevo
cacciando va il magon pian, piano.
Mi siedo intanto sul divano
e un po’di peso già lo levo.

Il micettin che m’aspettava
su quel divan di già sta steso.
Or dalle fusa è tutto preso,
restando steso, come stava.

E poi il mio bel micin s’appressa…
Sornion, piedin-piedin s’adagia
-che neanche fosser di bambagia –
sui miei ginocchi…La badessa!

Poi, lenta lenta s’addormenta…
E lento m’addormento anch’io.
Subito entro nel sogno mio,
e niente più or ci tormenta.

Quel calmo suo fusar ci ninna,
me con lei in altra dimensione.
Dove ammesso è nessun magone,
e sol si beve…il buon liquor di zinna.

Armando Bettozzi

Annunci
Published in: on marzo 21, 2017 at 07:46  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/03/21/quel-goccettin-di-vin-che-bevo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Che buffa e carina! Piera

  2. Versi divertenti e ironici che accompagnano un lieto sonno. Grazie Armando, un caro saluto. Roberta

  3. Concordo con Roberta! Poesia ironica e divertente, che apre al sorriso! Ogni tanto fa buon sangue anche ridere! 🙂
    Alberto B.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: