Or son circa duemila

Fu lungo quel cammino, per nomi registrare,
tra sterpi, con la fame, col peso da portare.
In cerca di rifugio là dove aver conforto,
infine in una grotta trovarono il lor porto.

Che freddo quell’inverno! Vibrava con splendore
la coda d’una stella, la neve era un candore.
A un tratto un suon s’espanse nell’aria tersa e chiara
e un tenero vagito salì da quella cara.

Al cielo forte sale quel morbido sospiro,
a traforar quegli astri, portando il suo respiro.
Gesù ei fu chiamato, l’ accolse questo coro:
“Tu toglierai peccato, l’amore avrai per loro.”

Le stelle palpitaron col cielo che s’aperse
e infamità e nequizie poi il vento le disperse.
E quando, inquietante, la tromba suonerà
nessun peccato al mondo Signore troverà.

Piero Colonna Romano

Annunci
Published in: on aprile 7, 2017 at 07:06  Comments (15)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/04/07/or-son-circa-duemila/trackback/

RSS feed for comments on this post.

15 commentiLascia un commento

  1. Grandissimo!altro non dico se non Grazie
    Tinti

    • Grazie per l’attenzione, cara Tinti e per l’imbarazzante commento. Un caro saluto. Piero

  2. Versi intensi e profondi dal sapore antico. Bravo Piero, un caro saluto. Roberta

    • Un grazie di cuore ed un caro saluto. Piero

  3. Mi piace molto
    Sia nella forma che riporta quel tempo lontano e nel Amorevole contenuto come un messaggio… Di Pace e rinascita in questo mondo… Di peccatori.
    Sempre…. Grande Caro Poeta
    Un caro saluto
    Passero

    • Grazie sempre, caro Giancarlo per questa affettuosa attenzione. Un caro saluto. Piero

  4. Mi piace molto la forma e l’assonanza dei versi. Il testo é anche molto bello. richiama la nascita di Gesù e mette in luce lo scopo della sua venuta : “Tu toglierai peccato, l’amore avrai per loro.”
    Nell’ultima strofa, l’lnquietante realtà, sembra evidenziare le contraddizioni del messaggio d’amore.
    Cari saluti
    Giuseppe

    • GRazie per l’attenzione e per il gradimento. Un caro saluto. Piero

  5. Come sempre…. il nostro grande Piero!… Piera

    • Grazie sempre per l’attenzione e per il gradito commento. Un caro saluto. Piero

  6. Il racconto di una famiglia esule che trova un riparo come sia. La precarietà della situazione ci porta a riflettere sui drammi del nostro tempo. Ottimo Piero! Carlo

    • Già, caro Carlo, di metafora potrebbe trattarsi… ma di Erode, allora, ce n’era uno, a differenza d’oggi. Un caro saluto. Piero

  7. Sempre vivo ed affascinante ciò che tu rievochi con versi ‘sì belli e struggenti, anche nei cuori di chi nel tempo ha perso la fede.
    I miei complimenti caro Piero!
    Alberto B.

    • Mi emoziona molto questo tuo graditissimo commento e te ne sono grato. Ma, credimi, non è la fede che mi ha ispirato. Un cordiale saluto. Piero

  8. Davvero piero da rimarcare quanti oggi sono Erode sto facendo un elenco mentale ma non riesco a contarli….
    Tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: