Come l’acqua

Il dolore ha strade sotterranne
Come l’acqua,
Riaffiora prepotente
Zampillando dopo tempo,
Dopo che si credeva
Che non ci fosse quasi più.
Come l’acqua
Bagna completamente
I tuoi vestiti di oggi,
Tra la gente di ora
E sembra fin impossibile
Crederci.
Eppure eccolo qui
Che scorre ancora
Insieme a te.

Piera Grosso

Annunci
Published in: on aprile 16, 2017 at 07:10  Comments (5)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/04/16/come-lacqua/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. È vero Piera, spesso il dolore riemerge all’improvviso, così come ben dici in questa tua bella e ti travolge!
    Alberto B.

  2. Bellissima e vera metafora, complimenti Piera, saluti affettuosi e ancora Buona Pasqua! Roberta

  3. Basta un nonnulla un fatto o un pensiero a richiamare un dolore. Bellissima la tua poesia.

  4. Grazie ancora Amici! Piera

  5. Una similitudine che innesca un mondo di emozioni.
    Bello il contenuto e la costruzione, comprese le maiuscole a capoverso che spesso mi sono state criticate e invece costituivano un’abitudine compositiva del Leopardi.
    Complimenti sinceri,
    Foglia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: