Moriremo lontani

Moriremo lontani. Sarà molto
se poserò la guancia nel tuo palmo
a Capodanno; se nel mio la traccia
contemplerai di un’altra migrazione.

Dell’anima ben poco
sappiamo. Berrà forse dai bacini
delle concave notti senza passi,
poserà sotto aeree piantagioni
germinate dai sassi…

O signore e fratello! ma di noi
sopra una sola teca di cristallo
popoli studiosi scriveranno
forse, tra mille inverni:

«nessun vincolo univa questi morti
nella necropoli deserta».

CRISTINA CAMPO

Annunci
Published in: on aprile 18, 2017 at 07:02  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/04/18/moriremo-lontani/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Un profondo poetare che mi ha portato ad immaginare i pensieri di coloro, che anche in questo momento stanno separandosi, stanno affrontando un viaggio che forse li vedrà morire lontani.
    Al di là di ciò che verrà scritto in quella teca, io spero però che quelle anime in un qualche modo si ritrovino.
    Molto bella!
    Alberto B.

  2. Condivido il commento di Alberto e faccio mia la sua speranza. Bellissima poesia, grazie Massimo. Roberta

  3. L’ha ribloggato su O LADO ESCURO DA LUA.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: