Amor che a qualche amato amar perdona (Amore sprecato)

Dolce l’arrivo fu di Primavera:
ancor ricordo, sul far della sera,
il prato verde d’oro punteggiato
e il bianco di ogni petalo sfogliato.
Non fu il tramonto a farmi palpitare
ma il treno antico con il suo passare;
dal finestrino colsi quello sguardo:
da allora più non mi pesò il ritardo.

Fu Estate afosa, fu stagione piena
e più non era l’anima serena:
un desiderio folle la colmava
mentre guardavo il treno che passava.
Accanto a me dei sogni e una valigia,
indossavo orecchini di ciliegia
rossa come il profondo del mio cuore:
profondi erano i baci del mio amore.

Autunno giunse nel volar di foglie
ma intatte mantenevo sogni e voglie,
con qualche filo bianco tra i capelli,
gli occhi un po’ stanchi ma pur sempre belli.
Ben lo sapevo, il tempo era passato
ma il volto suo di poco era cambiato:
un po’ più triste, forse, il suo sorriso,
qualche ruga leggera sopra il viso.

Aspro è l’Inverno che ora sto vivendo,
intenso è il freddo che mi sta uccidendo,
in mezzo al cuore resta solo il gelo,
la neve copre il prato col suo velo
candida come candida è la chioma:
la vita non ha più nessun aroma,
perduta è per quel treno rallentato,
adesso so: è l’altra che ha sposato.

 

Foglia d’autunno

Annunci
Published in: on aprile 28, 2017 at 07:21  Comments (7)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/04/28/amor-che-a-qualche-amato-amar-perdona-amore-sprecato/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Molta amarezza il contenuto della tua poesia. la forma é stupenda, sia per la rima sia per l’assonanza.
    Complimenti
    Giuseppe

    • Davvero perfetta e molto scorrevole sebbene colma di tristezza
      Tinti

  2. Concordo con Giuseppe, bello e musicale lo stile, perfette anche le rime. Complimenti all’Autrice. Roberta

  3. Sentivo un non so’ che di strano mentre leggevo assorto.
    Un intercalare amico, di srofe e rime conosciute
    Come in dipinto , attrae il colore, la firma è nelle pennellate.
    Molto bella , malinconica ma viva , dove sempre è presente la natura.

    Raffaele.

  4. Bravissima…. Piera

  5. La trovo …….Bellissima
    tra le tue la più bella che ho letto.
    Nella sensibilità e profondità dei tuoi versi
    ho colto quel che più …..mi piace.

    Ciao Cara Foglia
    Passero

  6. Carissimi tutti, sono davvero felice che questa mia vi sia piaciuta in modo particolare perché l’ho scritta filtrando, attraverso un’esperienza personale, un percorso di vita che, fortunatamente, non è stato il mio (la protagonista passa l’intera esistenza nella speranza di coronare il suo sogno d’amore) ma che lo è stato comunque per oltre un anno.

    Grazie Giuseppe e Roberta per aver apprezzato anche la forma; grazie Tinti per la tua presenza; grazie Piera per la lettura e i complimenti; grazie Raffaele per la tua gentilezza; grazie Passero per la tua sensibilità che così tanto riesce a specchiarsi nella mia.
    Grazie di vero cuore a voi tutti,
    un abbraccio,
    Foglia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: