Dormi accanto a me

Dormi accanto a me
Come quando eri piccolo.
Sei arrivato
Nel cuore della notte
Perché hai la febbre alta e
Come allora
Vuoi il mio contatto.
Ti stendi nel “lettone”
Sedicenne enorme,
Stile america,
Quasi un metro e novanta
E lo occupi tutto.
Eppure improvvisamente
Sei piccolo…nel buio
Nel buio lo stesso respiro pesante
Di quando stavi male,
Nel buio la mia mano
Che cerca di sentire
Se la tua fronte
Si è un po’ rinfrescata,
Nel buio penso
“Sarà una delle ultime volte”
E ascolto il tuo leggero russio
Come una bella musica…

Piera Grosso

Annunci
Published in: on maggio 3, 2017 at 07:06  Comments (16)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/05/03/dormi-accanto-a-me/trackback/

RSS feed for comments on this post.

16 commentiLascia un commento

  1. Grazie piera la sento profondamente mia
    Tinti

  2. La sentiamo tutti profondamente nostra cara Tinti. Cuore di mamma, ma anche di papà.
    Bella bella bella Cara Piera.
    Sandro

  3. Grazie cari AMICI! Piera

  4. Di grande delicatezza!

    ggc

  5. Amorevole come sei… Tu.
    Bella e Brava.
    Passero

  6. Quanta tenerezza e amore emergono nei tuoi versi! Brava Piera, un saluto affettuoso. Roberta

  7. Sublime. Grazie cara Piera.

    Graziella

  8. Delicato e amorevole canto…
    Bravissima Piera

    Raffaele

  9. Grazie ancora a tutti voi CARISSIMI per i vostri gentili e preziosi commenti che mi emozionano sempre… un abbraccio a VOI col CUORE!

  10. È tutta fatta di amore. Delicata e dolce, .come si potrebbe definire altrimenti..
    Ciao Piera
    Giuseppe

  11. Stupendo canto che nasce dal cuore di una madre! È vero anche quando siamo ormai adulti per una madre siamo sempre piccoli, siamo i suoi bambini.
    Mi sono spesso chiesto perchè? Forse perchè l’amore per le sue creature, influenza il modo in cui una madre le percepisce.
    È vero, come dice Giuseppe, questa poesia è fatta tutta d’amore.
    Alberto B.

  12. Grazie ancora… Piera

  13. -poesia- sempre attenta e sensibile…
    @.

  14. Ancora una volta affermo:”Quanto mi piace come scrivi!”.
    Grazie
    Sandra

  15. Ho visto solo ora gli ultimi commenti… grazie Aurelia e Sandra dei bei commenti per me emozionanti che spero di meritare veramente…. vi abbraccio Piera

  16. Per una mamma il figlio resterà sempre “il mio piccolino” anche quando, come tu dici, occupa da solo tutto il letto, né ella smetterà di occuparsi e preoccuparsi per lui perché sono stati e resteranno per sempre una cosa sola.
    Questo sentimento l’hai espresso in modo perfetto: io, che mamma non sono, mi sono sentita ugualmente coinvolta ripensando alla mia.
    Rinnovo l’abbraccio,
    Foglia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: