Vetri

(3° annotazione di una casalinga)

 

Se l’equilibrio

si mantenesse all’ordine

dei vasi di fiori

dai vetri potrebbe entrare più luce!

Il comporsi e lo sciogliersi di gocce

lascia intravedere piccole ombre e aloni che

i miei occhi fissano scrutando in trasparenza

la mezza finestra appannata

Nell’alito caldo

nel gomito

che produce un rito a strofinare

con gesti consunti eccomi ad ogni tempo, qui

energia vitale sul davanzale

in arrampicate scivolose sui vetri.

 

Aurelia Tieghi

Annunci
Published in: on maggio 4, 2017 at 07:11  Comments (7)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/05/04/vetri/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Sembra che voli quando ti racconti e noi con te
    Tinti

  2. Leggo eppur sembrami udire, vedere e toccare le parole dei tuoi versi.
    Giovanni De Simone

  3. Sei trapezista e ti arrampichi in scioltezza fra parole e vetri da pulire. Brava Aurelia, un caro abbraccio. Roberta

  4. Deliziosa… Piera

  5. Vi ringrazio per i commenti generosi, ciao
    @.

  6. E questo terzo atto, della trilogia, per ora, della cucina, è parimenti bello, festoso ed originale come gli altri due.
    Grande ed originale idea questa tua cara Aurelia, che dimostra come la nostra casa possa essere fonte di ispirazione poetica se ” impastata ” dalle mani di una maestra.
    Applausi!
    Alberto B

    • Alberto, apprezzo molto la tua approvazione, grazie! Saluti
      @.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: