La mia casa e il mio cuore

MI CASA Y MI CORAZÓN

(sueño de libertad)

Si salgo un día a la vida
mi casa no tendrá llaves:
siempre abierta, como el mar,
el sol y el aire.

Que entren la noche y el día,
y la lluvia azul, la tarde,
el rojo pan de la aurora;
La luna, mi dulce amante.

Que la amistad no detenga
sus pasos en mis umbrales,
ni la golondrina el vuelo,
ni el amor sus labios. Nadie.

Mi casa y mi corazón
nunca cerrados: que pasen
los pájaros, los amigos,
el sol y el aire.

§

(sogno di libertà)

Se un giorno tornerò alla vita
la mia casa non avrà chiavi:
sempre aperta, come il mare,
il sole e l’aria.

Che entrino la notte e il giorno,
la pioggia azzurra, la sera,
il pane rosso dell’aurora;
la luna, mia dolce amante.

Che l’amicizia non trattenga
il passo sulla soglia,
né la rondine il volo,
né l’amore le labbra. Nessuno.

La mia casa e il mio cuore
mai chiusi: che passino
gli uccelli, gli amici,
e il sole e l’aria.

MARCOS ANA

Published in: on maggio 7, 2017 at 07:44  Comments (5)  

Aliena

Forse fu vero ciò ch’ora è distrutto
e a poco vale chiedersi oramai
cosa condividemmo veramente
diversi troppo in ciò che so e che sai,
sempre distanti nel nulla e nel tutto,
costretti in una vita inconcludente

Tu vedi l’armonia dell’esistenza,
saggezza ravvisata nella quiete.
Sai la disinvoltura dell’avuto,
del condiviso amore la dolcezza,
d’affetti ricambiati l’esperienza.
Hai desiderio a trattener radici,
l’andar pacato della conoscenza
in ciò che definisce il bello o il brutto.

Io credo al caos, a ciò che sempre fugge,
che non dà peso a giudizi o nemici,
che non perdona, travolge, sconfina,
che si ribella, esplode e poi distrugge,
che, privo di criterio, strappa e miete,
talvolta calma, talvolta fiume in piena,
che brama ma non può, dunque rapina,
che vorrebbe ma non ha posseduto,
io la diversa, io sola, io l’aliena,
io, dissonanza di sopravvivenza.

Foglia d’autunno

Published in: on maggio 7, 2017 at 07:32  Comments (6)  

Le stagioni

Forte sbuffando a passi grevi

s’en va l’inverno e primavera

leggiadra vien con mosse lievi.

I fiori sbocciano leggeri

sui prati verdi e rugiadosi

d’Autor tele su belvederi.

Macchie di rosso nelle messi

sono i papaveri dispersi

l’estate arriva a grandi passi.

Ruggini in autunno le foglie

maturano i grappoli d’uva

a ottobre il vignaiol raccoglie.

 

Danila Oppio

Published in: on maggio 7, 2017 at 07:04  Comments (7)  

Leggiadre fantasie

Par non aver confini, quell’amore.
il mare lo ricolma di colori
Il cielo lo protegge dagli insulti,
la terra lo accoglie in ogni dove,
il fuoco non lo brucia, sol lo scalda.
Leggiadre fantasie… mentre l’onda
schiaffeggia da par suo questo scoglio.

Aurelio Zucchi

Published in: on maggio 7, 2017 at 06:59  Comments (5)