Aliena

Forse fu vero ciò ch’ora è distrutto
e a poco vale chiedersi oramai
cosa condividemmo veramente
diversi troppo in ciò che so e che sai,
sempre distanti nel nulla e nel tutto,
costretti in una vita inconcludente

Tu vedi l’armonia dell’esistenza,
saggezza ravvisata nella quiete.
Sai la disinvoltura dell’avuto,
del condiviso amore la dolcezza,
d’affetti ricambiati l’esperienza.
Hai desiderio a trattener radici,
l’andar pacato della conoscenza
in ciò che definisce il bello o il brutto.

Io credo al caos, a ciò che sempre fugge,
che non dà peso a giudizi o nemici,
che non perdona, travolge, sconfina,
che si ribella, esplode e poi distrugge,
che, privo di criterio, strappa e miete,
talvolta calma, talvolta fiume in piena,
che brama ma non può, dunque rapina,
che vorrebbe ma non ha posseduto,
io la diversa, io sola, io l’aliena,
io, dissonanza di sopravvivenza.

Foglia d’autunno

Annunci
Published in: on maggio 7, 2017 at 07:32  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/05/07/aliena/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Danzano gli endecasillabi nel tremore di rammentar quel che alla mente affiora.
    Compagna nella notte tua poesia, di tristi rime e a volte sconsolata, ma il giorno appare e con la sua Aurora, osserva il nascere di bocciol di rosa. La vita non scompare con il ricordo, è viva e attende fiduciosa nuova alba.
    Ti abbraccio
    Raffaele

  2. Un evviva alle aliene, che esplodono e rapinano, che sono vive e caotiche! Bella!!!

  3. In questi versi metti a nudo l’anima e si percepisce la fragilità e la consapevolezza di sentirsi alieni nei confronti della realtà, dopo aver constatato la fine di un rapporto amoroso. Molto bella e sentita, se può consolarti anch’io come Anna esprimo un evviva alle aliene. Un saluto affettuoso. Roberta

  4. Originale e coinvolgente… Piera

    • Prende…
      Tinti

  5. Buonasera a tutti e ancora una volta grazie per la lettura, i complimenti e soprattutto la vicinanza che avverto nel condividere le emozioni che sgorgano da quello che scrivo.
    E’ vero quel che tu dici, cara Roberta:
    mi sono sempre sentita abbastanza “diversa” da una realtà che attribuisce molta importanza a cose che per me neppure esistono ed era già così da ragazzina. Ancora oggi per me l’amore è il fulcro di tutto e da esso mi deriva gioia sconfinata ma anche sconfinata sofferenza. D’amore e di dolore si può impazzire, ma nulla fa impazzire quanto la sofferenza causata da un amore che non vuol finire. Un “non” ragionare da alieni, appunto…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: