Veleno

(Scultura dell’autore)

Misero corpo tuo

che l’ago insidia

veleno e sangue

immetti nella vena.

 

Fumo nella mente

tristi presagi,

ombre impazzite

su calcinati muri.

 

Ricordi d’infiniti spazi

accresciuti amori

colline rigogliose,

succosi frutti.

 

Credi di mortal ragione

esser come Dio.

Dei del beffardo Olimpo

solo pia illusione.

 

Vedi la donna tua

appassionata in bacio,

dal tuo migliore amico

avvolta in grembo.

 

Senti nel cuore tuo

tempesta e tuono,

sogni frantumati

in un istante solo.

 

Così cercasti oblio

in strade sporche,

tra uomini perduti

senza Dio.

 

cambiasti la tua vita

con una sporca dose,

per iniettarti in vena

un po’ di pace.

 

Raffaele Saba

Annunci
Published in: on maggio 30, 2017 at 07:02  Comments (20)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/05/30/veleno-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

20 commentiLascia un commento

  1. Certo di ragioni ce ne possono essere tante per “farsi” ma tu ne hai descritta una con lodevole maestria. Bella!
    Sandro

    • Grazie Sandro per l’ aprezzamento …

  2. Colpisce diretta! Piera

    • Grazie Piera …

  3. Un triste racconto di autolesionismo molto ben composto. Carlo

  4. Realtà che sconfortano e …..uccidono.
    Molto Bravo e sempre Belle.
    Passero

  5. Grazie Carlo a volte è necessario “sporcarsi le mani” per sensibilizzare…

  6. Grazie Amico Passero…per aver commentato…

  7. Triste realtà che colpisce.
    Bravo!

    Graziella

    • Si…noi dovremmo scrivere di più sui dolori del mondo…
      Abbiamo la fortuna di poterlo fare…

      Ti Ringrazio cara amica…

  8. Il dolore per il tradimento offusca la mente e…
    Versi veritieri che ti entrano nel cuore e nella mente, e ti fanno meditare.
    Bellissima.
    Giovanni

    • Grazie Giovanni…
      Un amore grande può causare immenso dolore …

      Grazie per il bel commento.

    • Tale lirica veramente arriva rapidamente al cuore
      Grazie poeta
      Tinti

      • Grazie carissima Amica Tinti…

  9. Affrontare il tema della droga è doloroso e molto difficile, concordo con te, il poeta deve avere coraggio per farlo e tu lo hai fatto dando la tua personale visione. Bravo Raffaele, un caro saluto. Roberta

    • Grazie Roberta per l’approvazione un abbraccione grande!

  10. Oggi é una pagina negativa di belle Poesie, tutte traggono tristezza.
    Belissimi versi, e l’esempio della sporca dose potrebbe essere utile a far capiee il male che essa contiene

    • È verissimo …basterebbe poco.
      Si..oggi è una pagina triste di belle poesie
      Grazie Giuseppe

  11. Carissimo Raffaele,
    questa la avevo già commentata sul Forum e ribadisco il mio giudizio di allora: è assolutamente splendida. Una poesia intensa, vibrante, tenera in certi punti e dura in altri. Una vita allo sbando per un tradimento d’amore e la sostituzione di una droga (il troppo amore appunto) con un’altra ancor più deleteria.
    Composizione di altissimo livello.
    Un abbraccione,
    Foglia

    (per partecipare al contest di prosa mi sono iscritta nel Forum “Scrittori per sempre” e ho visto che ci sei anche tu ma forse il nick è leggermente cambiato. Comunque lì trovi un mio Mp. A presto:)

    • Grazie cara amica
      Alle volte quando cerchi di aggiustare qualcosa finisci per sfasciare tutto, e vorresti tornare indietro, solo allora ti accorgi che è troppo tardi…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: