Il vegetale

Lasciato ho gli animali con le loro
mille mutevoli inutili forme.
Respiro accanto a te, ora che annotta,
purpureo fiore sconosciuto: assai
meglio mi parli che le loro voci.
Dormi fra le tue verdi immense foglie,
purpureo fiore sconosciuto, vivo
come il lieve fanciullo che ho lasciato
dormire, un giorno, abbandonato all’erbe.

SANDRO PENNA

Annunci
Published in: on maggio 31, 2017 at 07:43  Comments (7)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/05/31/il-vegetale/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Un autore un po’ sui generis, Sandro Penna, uomo scomodo della sinistra italiana (quando la sinistra era sinistra e non destra). Solo da poco si comincia a citarlo ed a parlare di lui. Un poeta che fa politica sogna. Forse per questo provo tenerezza verso di lui e lo capisco.

  2. Molto bella… Max! Piera

  3. è un poeta bambino puro e ben poco valutato per pregiudizi vari
    Tinti

  4. Semplicemente meravigliosa.
    Giovanni De Simone

  5. Grande Poeta da tutti sottovalutato, ma si sa per i grandi accade sempre così. Grazie caro Massimo, un abbraccio. Roberta

  6. Le poesie di Sandro Penna mi piacciono molto. Grazie Massimo
    Giuseppe

  7. Concordo con Giovanni:
    Meravigliosa nella sua semplicità!
    Alberto B.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: