Ti racconterò di me

Non ho memoria di me
Di quel che è stato
Sarà ed è
I miei ricordi
Sono cassetti d’altri
Colmi
Di rumorosi pensieri
Sguardi estranei
Aperti
E
Chiusi
Da chi rimane
Edè già lontano
Mentre vengo chiamata
(Da controfigura)
A far la mia parte
Su questo palcoscenico
A luci spente
Che è la vita
Sempre meno mia
E sempre più distante…
Lo so!
Per troppo tempo
Fui affidata
A torbide mani
Ingrate
Per colmar quei vuoti
Scavati
Da un incosciente destino
Avaro
Ma ti prego…
Non me ne volere
Se ora taccio e non piango
Artefice
Mi è
Il mio ultimo applauso

Anileda Xeka

Annunci
Published in: on giugno 1, 2017 at 07:49  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/06/01/ti-raccontero-di-me/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Grande ani
    Originale profonda e molto lirica con una perla di chiusa
    Tinti

  2. Versi che ti invitano a scavare nel tuo e… fremi
    Molto Bella
    Giovanni de Simone

  3. Concordo con Tinti, poesia profonda ed intimistica, anche a me è piaciuta molto la chiusa. Complimenti Anileda. Roberta

  4. La vita che come attori ci porta ad interpretare parti che non sono nostre e che ci sconvolgono, fino a farci dimenticare chi siamo veramente.
    Molto bella Anileda!
    Alberto B.

  5. Cara Anileda, tu sei stupenda, le tue poesie entrano nel cuore.

  6. Molto bella… Piera


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: