Così ti descrivo

Hai un tratto evocativo dinamico spaziale…,
come una cavalla elettrica sui volt delle antenne, come una cavalla,
una cavalla pazza sulle strisce dello specchio…

l’amore è una sequenza visiva, forse un cortometraggio,
mi strappo le vene dai polsi per scriverti adesso
addosso…
hai un tratto evocativo dinamico spaziale
hai una coscia più lunga ed una più corta
tu mi spari con le labbra la vertigine del mare
e dividi i miei occhi in due sassi rotondi…
da una parte la fermezza della pietra, dall’altra lo sconquassare del mare…

ed hai un tratto evocativo dinamico spaziale…

Massimo Pastore

Annunci
Published in: on giugno 2, 2017 at 06:53  Comments (7)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/06/02/cosi-ti-descrivo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Psrticolare, originale! Piera

    • Grazie

  2. Indubbiamente unica e fuori da ogni schema. Complimenti Massimo per l’originalità. Roberta

    • Grazie

  3. Semplicemente stupenda.
    Giovanni De Simone

  4. Pur se non di facile comprensione la trovo anche io molto originale e coinvolgente!
    Alberto B.

    • Prende molto e stordisce
      Bravo!
      Tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: