Credimi

Tu,

occhi di luna infastidita,
riprenderai la buona lena
e verserai nei bruschi anni
il lago della giovinezza.
Ti giuro,
tornerai sulle marine
a raccogliere conchiglie,
anche le più orrende

ma… conchiglie.
Fidati,
i sorrisi che nascondi
verranno fuori come bimbi
scoperti quali bruchi nelle tane.
Ascoltami,
abbandona il treno
spedito verso il futuro
e la stazione della morte che verrà.
Credimi,
nulla è mai capace

d’ammalarti dentro.
Qualunque stella

non cadrà del tutto…

Aurelio Zucchi

Annunci
Published in: on giugno 7, 2017 at 07:27  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/06/07/credimi-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Un bell’invito il tuo, Aurelio, colmo di fiducia, speranza e amore. Complimenti, un caro saluto. Roberta

    • Come sempre saltimbanco delle parole dai speranza e ti sono grata
      Tinti

  2. Un invito poertico che si fa ascoltare.
    Giovanni De Simone

  3. L’immagine finale è particolarmente potente. La poesia mi è piaciuta molto

  4. Commovente e piena d’amore… speranza… fiducia… bella… Piera

  5. Anche da parte mia piena condivisione con ciò che è stato detto. Carlo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: