Ho visto Lara

Nel bianco grande spazio dei desii
scivola come treno nella steppa
un sognar che alla meta punta dritto
senza mai intramezzar fermate alterne.

In questo andar mio senza – in apparenza
scosse – calmo e irrequieto vo viaggiando
nel rimbombo d’incompiuto silenzio
e soltanto ombre scorgo tra le nebbie.

Senza sobbalzi sulla via allisciata
scorriamo bucando l’aria di ghiaccio
finché d’un d’essi ecco un raggio di sole…
E piano, piano l’occhio a quel s’abitua…

Oltre, son già tutti in fiore, i ciliegi…
Vermiglie rose fanno da tappeto…
Guidano dove un’ombra è messa a fuoco.
Un sussulto…Vedo Lara, che aspetta…

Intanto, ho scritto per lei una poesia…
Raccolgo una rosa, e i doni le porgo.
Per me i suoi biondi capelli ha già sciolto…
E la primavera ci fa da alcova…

Armando Bettozzi

Annunci
Published in: on giugno 14, 2017 at 07:25  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/06/14/ho-visto-lara/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. L’ha ribloggato su O LADO ESCURO DA LUA.

  2. Una dolce e intensa poesia d’amore, bravo Armando. Un caro saluto. Roberta

  3. Molto intensa! Piera

  4. Godibilissima!
    Tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: