L’appuntamento

(Dipinto dell’autore)

Ricordo ancora quando mi lasciasti.
Col cuore in gola colsi la tua pena.

Esile corpo trasformato in Madre,
nel ventre tuo, piccola marea,
preludio di nuova vita generata.

Non bastò il pianto dei miei occhi,
né la supplica d’amore abbandonato,
non fu tua la colpa del misfatto,
ma dell’ Orco che insidiò la carne.

Mi stringesti come rampicanti rose,
ferendomi con spine di dolore.
chiedesti solo il tempo di sognare,
ed io accettai col sangue dentro al cuore.

Nuove albe attendono i tramonti,
e avide stagioni ruban i giorni,
nel netto cielo di una calda estate,
lucente apparirà la nostra stella.

Così ti vidi come una Madonna,
tra alti e forti faggi incorniciata,
la luce penetrava tra le fronde,
rendendone splendente il tuo profilo.

Per mano sorreggevi il tuo bambino,
ed io sgomento corsi ad abbracciare.

L’amore non ha tempo,
è il suo destino.

Viver a lungo non ha alcun senso,
quando di pochi attimi è l’ Immenso.

Raffaele Saba

Annunci
Published in: on luglio 14, 2017 at 06:59  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/07/14/lappuntamento-4/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Complimenti, bellissima poesia.

    • Ti Ringrazio tantissimo Claretta…

  2. Poesia di forte impatto emotivo, colpisce per sensibilità e tematica affrontata, emozionante ed incisiva la chiusa, bravo Raffaele, un caro saluto. Roberta

    • Grazie a te Roberta per la tua sensibilità…
      Un abbraccione..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: