Canzone di giugno

Stormiscono le fronde
nell’aria greve e il sole
ride alle prataiole
ed alle biche bionde,
e rende tutto l’oro
il campo donde arriva
la canzone giuliva
dell’agreste lavoro.
Ecco, è piena la spiga
e la falce è nel pugno;
il buon sole di giugno
rallegra la fatica.
E la canzone sale
dal campo del lavoro
e s’accompagna a un coro
stridulo di cicale;
e sale il canto anelo
da bocche più lontane
lodando in terra il pane
ed il buon padre in cielo.

MARINO MORETTI

Annunci
Published in: on luglio 31, 2017 at 07:38  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/07/31/canzone-di-giugno/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Bella bella
    Tinti

  2. Concordo con Tinti, invoglia a godere dell’estate….senza Caronte s’intende! Un caro saluto a tutti ed un abbraccio speciale al buon Massimo. Roberta

  3. Sì è proprio un’intensa e profonda riflessione con una chiusa da incorniciare, complimenti Santi, un caro saluto.Roberta

  4. Questa è poesia! Grazie Max!
    Alberto B.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: