Clochards

Sentirsi i binari addosso
con le traversine nel costato
come carezze d’anime in travaglio
su vagoni in disuso.

Coprirsi di stracci
dentro vite di cartone
col malloppo sotto il giaciglio
come collezione di acquasantiere.

La logica incerta di passi tremanti
sotto la luce gelida del cielo
balbetta verità scomode
e re nudi sotto i ponti
curano allucinazioni di gruppo.

In questo mondo
di fantasmi infagottati
passa la notte
e passa il fiume che trascina
le sue acque insonni.

Lorenzo Poggi

Annunci
Published in: on settembre 23, 2017 at 07:20  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2017/09/23/clochards-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. L’ultima strofa… è davvero stupenda! Caro Lorenzo, tu risci a dire cose in un modo che… vorrei avere anch’io la tua capacità.
    Sandro

    • Grazie Sandro!

  2. Ricca di metafore stupende. Grazie Lorenzo doni sempre belle Poesie da leggere.

    Giuseppe

  3. Concordo con Sandro e Giuseppe, poesia profonda ed efficace impreziosita da metafore stupende. Bravo Lorenzo, un caro saluto. Roberta

  4. Lirica profonda… bravo! Piera

  5. Mi associo ai commenti precedenti.
    Bravissimo, sempre.
    Graziella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: