Vivere

Se un giorno alla gente venisse voglia di vivere
allora il fato dovrà rispondere,
e la notte dovrà aprirsi
e le catene spezzarsi
chi vivere desidera il corpo non trattiene
s’evapora e svanisce nel vasto cielo della vita
gli esseri, gli esseri tutti così mi hanno detto
così mi ha parlato il loro spirito celato.
in cima alla montagna, nel più segreto albero
nel mare scatenato, ascolta il mormorio dei venti:
che io mi volga verso un luogo al mondo
indossi la speranza, mi spogli di prudenza.
Non temo sentieri rigorosi
né fuochi alteri.
Rifiutare le alte vette,
non è vivere per sempre nel fossato?

ABU L-QASIM AL-SHABBI

Published in: on gennaio 2, 2018 at 07:32  Lascia un commento  

Domestico felino

socchiudi gli occhi
confuso tra i passanti
ammicchi a me che ti guardo
gatto solitario mi fai gli occhi dolci
non occorre intenerirmi
già sono sciolta al tuo sguardo
mi immedesimo in te
gatto mi sento mentre
il tuo passo avanza
senza alcun timore…

Antonietta Ursitti

Published in: on gennaio 2, 2018 at 07:17  Comments (3)  

Frasi fatte

Alla fine il retrogusto
si aprì al sorriso
asciugandosi una lacrima
che amara
colava lungo il palato.

Non so se fu
la più grande rivoluzione del secolo
dopo quella che mandò a morte
frasi fatte come l’uragano
non più tremendo,
la pioggia battente,
il delitto efferato,
la pappa pronta,
il fiume che esonda,
Milano da bere.

So però che non passò inosservato
e tutti i palati fini si associarono
con tanto di sigla per protestare.

Lorenzo Poggi

Published in: on gennaio 2, 2018 at 07:05  Comments (1)  

IL NUOVO ANNO

il vecchio stanco
e pieno di ferite
cede il passo al giovane
con la faccia sporca di verde
e gli appresta il “benvenuto”
-parola irreale/reale-

mezzanotte
le porte si aprono
lui entra con lampi ed echi
e rende muta la sofferenza:
il passato si sfalda
e il futuro
è sorriso di tempo
ma
ci sono storie diverse e
le allegorie di parole vere
sono luce riflessa
nello specchio dell’anima
che beve buio
fino al culmine del giorno
-incarnazione del desiderio
che si allontana
e ritorna
-con rughe senza volto-

da occhi di pena accumulata
scorre rossa acqua salata
che corrode
la pietra del tempo

Giovanni De Simone

Published in: on gennaio 2, 2018 at 06:59  Lascia un commento  

Schema

L’ arroganza del potere / ha la presunzione di sapere.
L’ amore
il normale
con la gradualità
di sentimenti
dei vermi
umani lontani.
Mille atrocità
per luogo sacro
dimensioni.
Istinto – – – – – – – violenza
    \                     /                      vissuto
     \                 /                        /
amore – – – – – passione
                                          \
                                           \
visione – – – – – – – – – – – – – – passatopresente                                                                               
                                                                   \
                                                             futuro – – – – – – fine
                                                                                       |
                                                                                   istinto
                                                                                    /
                                                                                 /
                                                                               /
                                                                  violenza – – – – amore
                                                                     |  
                                                                  scopo.
Ritrovare Dio / ritrovare se stessi / arrendersi – – – –  il deserto.
Certo è che in quegli animi senza civiltà apparivano
lampi di bontà naturale nell’atrocità delle barbarie

Paolo Santangelo

Published in: on gennaio 2, 2018 at 06:51  Lascia un commento