Stelle

Milioni di stelle e solo di poche conosco il nome,
milioni di uomini e di pochi conosco le storie,
storie che si sfrondano come alberi in Autunno
sotto i miei occhi
e non bastano parole ad eludere l’inganno
di una vita sola
che mai sarà abbastanza.

Maria Attanasio

Published in: on gennaio 8, 2018 at 07:49  Comments (3)  

Stornelli

Fior di baccano
mangiar con te polenta sotto il tuono
e a digerir volar… col mio gabbiano!

Fior di giaggiolo
stringermi stretto a te legato a un palo
e insieme poi mangiar più d’un fagiolo!

Fior del mio amore
strapazzami notturne uova al mare
con due sardelle e un polpo a far colore
e i raggi della luna dentro al core.

Fiore di luna piena
un goccio di champagne stretti in piscina
viver l’amore e intanto fare cena!

O fiore d’Ischia
mentre ti scrivo e il micio gnàula e raschia
ti sogno giorno e notte e il vento fischia!

Fiore di cappero
scalar con te la roccia al suon del piffero
per poi partir erranti in groppa al passero!

A vol d’uccello

O gagliarduccio
amoruccio bello
che annullavi il cruccio
con lo stornello!

Sandro Sermenghi

Published in: on gennaio 8, 2018 at 07:46  Comments (4)  

Ferrara

O deserta bellezza di Ferrara,
ti loderò come si loda il volto
di colei che sul nostro cuor s’inclina
per aver pace di sue felicità lontane;
e loderò la chiara
sfera d’aere ed’acque
ove si chiude la mia malinconia divina
musicalmente
E loderò quella che più mi piacque
più delle altre
delle donne morte
e il tenue riso ond’ella mi delude
e l’alta immagine ond’io mi consolo
nella mia mente.
Loderò i tuoi chiostri ove tacque
l’uman dolore avvolto nelle lane
placide e cantò l’usignolo
ebro furente.

Loderò le tue vie piane,
grandi come fiumane,
che conducono all’infinito, chi va solo
col suo pensiero ardente,
e quel loro silenzio ove stanno in ascolto
e quel loro silenzio con le porte che sembrano voler ascoltare
tutte le porte
se il fabro occulo batte su l’incude,
e il sogno di voluttà che sta sepolto
sotto le pietre nude con la tua sorte.

GABRIELE D’ANNUNZIO

Published in: on gennaio 8, 2018 at 07:29  Comments (2)  

Temporale

un brivido spettrale

canadair

concerto gratuito di tuono

saetta

plana su caronte!

estingui le fiamme estive

fornaci sempre vive

Alberati

ancora graziati

papaveri irrorati dal vento

voli d’uccelli

soccorrono nidi

nel silenzio, la strada

è un pacifico fiume serale… 

 

Aurelia Tieghi

Published in: on gennaio 8, 2018 at 07:14  Comments (6)