Santi e Armando sugli scudi

In questo panorama invernale spuntano, come bucaneve sui prati innevati, i premi letterari per i nostri poeti: gli amici Santi Cardella ed Armando Bettozzi aggiungono al loro palmarès i successi ottenuti nell’ambito del 3° Bando Letterario Internazionale 2017 di Poesia Narrativa e Saggistica Veretum con il patrocinio dei comuni di Patù (LE) e Montieri (GR). L’amico Santi si è aggiudicato il primo posto assoluto nella sezione poesia in vernacolo con il brano “‘U gira…suli” nonchè il secondo posto nella graduatoria diploma di merito della sezione poesia in lingua con “Oltre i sensi: l’idea”. Armando invece ha conseguito il diploma d’onore, sempre nella sezione in vernacolo, con la poesia “‘Na bbotta de maggìa”. Il nostro amico bettonese sarà inoltre premiato con la menzione di merito  nell’ ambito della XXV Edizione del Premio Nazionale Letteratura d’Amore, la cui cerimonia di premiazione si terrà a Torino il prossimo 17/2/18, per il suo brano “La mia folgorazione”. Ai nostri amici poeti vanno i più vivi complimenti di tutto il Cantiere con l’augurio di rivederli ancora primeggiare nell’agone letterario!

Il Cantiere

Published in: on febbraio 4, 2018 at 12:34  Comments (9)  

I poveri

I poveri hanno il freddo della terra.
Nella città spiovente, ai tetti, al fumo
tranquillo delle case, il giorno migra
nel colore d’oriente: così calma
la sera agli occhi mesti si fa lume.
Io li ricordo contro un cielo d’aria,
i poveri stupiti, come l’agro
verde dei prati sfiora nella pioggia
una velata eternità di sole.

ALFONSO GATTO

Published in: on febbraio 4, 2018 at 07:22  Comments (4)  

Stormo

Uno stormo d’istanti

va a svernare

dove la prima gioia

è partecipe.

 

Aurelia Tieghi

Published in: on febbraio 4, 2018 at 07:21  Comments (8)  

Al tramonto

E’ ora di tornar a casa,
si spengon le luci,
la festa è finita.

Tornare col pensiero
a sgombrar la mente
da sogni, chimere ed illusioni.

Ci aspetta la sera,
di casa i cari oggetti
e gli occhi e i sorrisi dei figli.

Bella è stata la giornata
tiepida per l’autunno
ora famiglia attende.

Sui fili allineati,
a raccontarsi il giorno
queruli uccellini.

Sandra Greggio

Published in: on febbraio 4, 2018 at 07:19  Comments (8)  

Riflesso di sole che abbruna l’animo

Sul cielo della patria,
quando il sole romìto
abbarbaglia sopìto,
nel battere dell’ aria
l’ aereoplano vola
perdutamente, forse,
tra quelle strette morse
del nemico, che immola
bombi, per attentare
al pilota la vita:
la patria…
Alla mota
che vede avvicinare,
il cuore batte forte,
col rimpianto angoscioso
di chi lascia, già roso
dal dono della morte.

Finisce nell’ oblìo
la storia dell’ eroe
che ora, solo, muore
dicendo al Mondo: “Addio”

Paolo Santangelo

Published in: on febbraio 4, 2018 at 07:15  Comments (3)