Solo te

NUR DICH

Der Himmel trägt im Wolkengürtel
Den gebogenen Mond.

Unter dem Sichelbild
Will ich in deiner Hand ruhn.

Immer muß ich wie der Sturm will,
Bin ein Meer ohne Strand.

Aber seit du meine Muscheln suchst,
Leuchtet mein Herz.

Das liegt auf meinem Grund
Verzaubert.

Vielleicht ist mein Herz die Welt,
Pocht –

Und sucht nur noch dich –
Wie soll ich dich rufen?

§

Il cielo si porta nel cinto di nuvole
La luna ricurva.

Sotto la forma di falce
Io voglio riposarti in mano.

Sempre devo fare come vuole la tempesta,
Sono un mare senza riva.

Ma poiché tu cerchi le mie conchiglie,
Mi si illumina il cuore.

Stregato
Giace sul mio fondo.

Forse il mio cuore è il mondo,
Batte –

E cerca ancora te –
Come ti devo invocare?

ELSE LASKER-SCHÜLER

Published in: on febbraio 5, 2018 at 07:30  Comments (5)  

Morirei

Di notti insonne
cosparse di stelle
In abbracci danzanti
che ti travolgono,
avvolgendoti
in una pace senza quiete
e senza fine

Morirei…
Di albe dorate
baciate
dai taglienti raggi
che illuminano i sogni
offuscati
da vane paure
annegando lacrime
sfamando sorrisi

Morirei…
Di caldi mezzogiorni
dai freddi respiri
che ti bramano
In vergini attese
ove da sempre t’attende,
la mia anima dispersa
nel mare dei tuoi occhi

Morirei
di te
e
di te
vivrei
ancora…

Anileda Xeka

Published in: on febbraio 5, 2018 at 07:28  Comments (6)  

Magico

Magico mistero l’equilibrio
del pericolo
il fantastico pensare
che esisti tu
in uno spicchio del mio cuore
ed io distratto tra le luci svanite della notte
raccolgo il mistero del mio domani…
ma quale domani domani
che io non so se stanotte respirerò
l’aria del domani.

Enrico Tartagni

Published in: on febbraio 5, 2018 at 07:22  Comments (2)  

Riflessione

Beh… se dovessi andarmene
Avrei già vissuto un tempo
Di vita con tutto tutto,
Amori, gioie, figlio e sì
Anche dolori che
Mi hanno spalancato
Porte nuove.
Se dovessi andarmene
Certo lo so,
Non ci rimarreste
Proprio bene,
Voi che in qualche modo
Mi amate… un po’,
Di più, molto….
Eppure chiedo
A tutti quanti
Per favore, mettete via
Lacrime, epitaffi etc. etc
Quelle facce tristi,
Quei pensieri bui,
Sorridete, festeggiate
Ognuno come crede meglio,
Il mio viaggio infinito,
Festeggiate tutto il bene
Del mondo a cui ho creduto,
Perché è questa l’impronta
Che con impegno
Desidero lasciare,
I mio sogno, il mio fiore
Per voi.

Piera Grosso

Published in: on febbraio 5, 2018 at 06:51  Comments (11)