Fiori nella pioggia

Il cielo piange
e le stille muoiono
sul suolo asciugate
dai fili di vento.
Il cielo sorride
dietro le nuvole bianche
ma traspare e uccide
il buio di chi non è capace
di piegare le labbra
in un lieve spiraglio
di felicità.

Glò

Published in: on febbraio 6, 2018 at 07:48  Comments (4)  

E si continua…

e si continua a seminare

fiori di sangue

nei campi di guerra

teatro di falsificazioni

e silenzio della violenza

e si continua a sciogliere

nel fiume dell’indifferenza

il colore rosso dei fiori

recisi col fuoco

della falsa ragione

e si continuano a costruire

giocattoli di morte

a uso politico

per la parola libertà

vestita di vuote bugie

e si continua a morire

schiacciati dal potere

di cuori vuoti d’amore

coperti dei pallide ceneri

estasi di ricchezza

e si continua a mentire

ma

i morti non mentono

e non hanno interesse

ad alzare croci sporche di sangue

e si continua a cercare

l’apparire nel richiamo della storia

i caduti non chiedono nulla

e non credono ai mendaci plausi

lasciateli in pace.

 

Giovanni De Simone

Published in: on febbraio 6, 2018 at 07:39  Comments (10)  

Certe volte adesso quando dormo sola

SOMETIMES NOW WHEN I SLEEP ALONE

Sometimes now when I sleep alone
I get a whiff of myself
and wonder all these years is this
the odor familiar to you
if so did you really like it doesn’t
seem so nice you’re unusually non-
sweaty for such an active man but slightly
sweet when I hug you nowadays
(or you me) or put my head on your
pillow in our bed I know it’s you
a delicate odor of woodsmoke and I breathe
you in a little not surprised
I remember you were always delicious

§

Certe volte adesso quando dormo sola
mi do un’annusata
e mi chiedo in tutti questi anni è questo
l’odore che ti è stato familiare
e se è così ti piaceva davvero non
sembra gradevole tu stranamente
sudi poco per un uomo tanto attivo ma sai
di dolce quando ti abbraccio di questi tempi
(o tu abbracci me) o appoggio la testa sul tuo
cuscino nel letto so che sei tu
un delicato odore di camino e ti
respiro un po’ non sono sorpresa
ti ricordo sempre delizioso

GRACE PALEY

Published in: on febbraio 6, 2018 at 07:34  Comments (2)  

Talvolta le lame affondano

Talvolta le lame affondano
e allora scrivo. Ma non posso
dire niente…
Appartengo alla nevrosi:
non chiamatemi poeta.

Simone Magli

Published in: on febbraio 6, 2018 at 07:31  Comments (4)