Sussulti

13_34_gdv_f1_684_1

Sussulti

corse

forse

correvo già nel grembo

della terra

correvo verso il mare

da miliardi di anni

verso la ricerca

di te

speravo

correvo

intorno al globo

con la voglia di donare

correvo tra le nubi

nell’immensità solare

saltando fossi

nelle cavedagne del Po

sulle campagne del bello

con il desiderio di raggiungerti

m’aggrappavo

sulla strada

dissestata

del bene

correvo

con gambe tenaci

sullo scivolo della neve

e sul tuo volto traguardo

“Padre”

 

Aurelia Tieghi

Published in: on febbraio 22, 2018 at 07:39  Comments (3)  

Nette tracce

Fluisce senza affanni il tempo andato,
mantiene odori che sentivo allora.
Il sole a inondar la lunga spiaggia
par si sia bloccato a un mezzodì.

Il tuffo nell’acqua d’un mare infinito
è come sospeso nell’aria d’agosto
e gli occhi vispi di un giovane amore
stanno sempre su di me, cedevoli.

Quella luna planata sul luna park
ancor la vedo amica mia.
L’abbraccio di mia madre, al rientro,
…soffice tatto su nuca sudata.

Aurelio Zucchi

Published in: on febbraio 22, 2018 at 07:32  Comments (3)  

Il mio futuro

Il capriccio di un attimo mi ha rubato il futuro,
messo insieme a casaccio.
Voglio rifabbricarmelo piu’ bello,
come l’ho sempre pensato.
Ricostruirlo su terreno solido
(le mie intenzioni).
Risollevarlo su colonne altissime
(i miei ideali).
Riaprirvi il passaggio segreto
dell’anima mia.
Rialzargli la torre scoscesa
della mia solitudine.

EDITH SÖDERGRAN

Published in: on febbraio 22, 2018 at 07:27  Comments (1)  

Alba e tramonto

Di nuovo l’alba

a illuminare il giorno

mentre intorno

crescono steli di morte

come funghi della peggiore sorte,

di nuovo il tramonto

a sospirare la carezza della notte

offrendo alla mente

l’ebbrezza del sospirato oblìo,

sempre assiste il cielo

vigile spettatore,

silente sparge

gemme preziose

per chi sa accoglierle

come stelle sorelle

per un mondo migliore

 

Roberta Bagnoli

Published in: on febbraio 22, 2018 at 07:26  Comments (5)