Figura di danza

DANCE FIGURE

For the Marriage in Cana of Galilee

Dark eyed,
O woman of my dreams,
Ivory sandalled,
There is none like thee among thedancers,
None with swift feet.

I have not found thee in the tents,
In the broken darkness.
I have not found thee at the well-head
Among the women with pitchers.

Thine arms are as young sapling under the bark;
Thy face is a river with lights.

White as an almond are thy shoulders;
As new almonds stripped from the husk.
They guard thee not with enunchs;
Not with bars of copper.

Gilt turquoise and silver are in the pIace of thy resto
A brown robe, with threads of gold woven in patterns, hast thou
gathered about thee,
O Nathat-Ikanaie, “Tree at the river”.

As a rillet among the sedge are thy hands upon me;
Thy fingers a frosted stream.
Thy maidens are white like pebbles;
Their music about thee!

There is none like thee among the dancers;
None with swift feet.

 

§

Per le nozze di Cana di Galilea

O donna dagli occhi bruni,
Donna dei miei sogni,
In sandali d’avorio,
Nessuna come te fra le danzatrici,
Nessuna coi tuoi piedi veloci.

Non ti ho trovata nelle tende
Nella languida oscurità.
Non ti ho trovata alla fonte
Fra le donne con le brocche.

Le tue braccia sono come un giovane albero sotto la scorza;
Il tuo viso è un fiume di luci.

Le tue spalle sono bianche come le mandorle;
Come fresche mandorle nudate dal guscio.
Non ti fanno la guardia gli eunuchi,
Nè verghe di rame ti tengon prigioniera.

Tinta di turchese e d’argento è la tua alcova,
Ti sei avvolta in un bruno mantello tessuto con disegni di
fili d’oro,
O Nathat-Ikanie, “Albero al fiume”.

Come un rivoletto fra le càrici son le tue mani su di me;
Le tue dita un torrente ghiacciato.
Le tue ragazze son bianche come i piccoli sassi lavati dalle acque;
La loro musica ti circonda.

Nessuna come te fra le danzatrici;
Nessuna coi tuoi piedi veloci.

EZRA POUND

Annunci
Published in: on marzo 13, 2018 at 07:21  Comments (3)  

Il volto della neve

Vieni sul mio volto, neve,
non aver timore,
accarezzalo delicatamente,
fiocchettalo come vuoi.

Scendi su di lui
qual farfalla, or leggera
ora impazzita di vita.

Tu piaci al mio volto,
lui ti ha atteso tanto
ed ora finalmente
si offre tutto a te.

Non vedi?
E’ il volto di quando
ero bambina felice
in braccio a papà.

Sandra Greggio

Published in: on marzo 13, 2018 at 07:12  Comments (11)  

Segni

Avevo messo un segno
ma non so più per ricordare
chi o cosa,
forse un amore
o una bestemmia a mezza voce,
forse la parola ”guaglione”
che tanto mi piace,
o quella pagina di un libro
che narra dell’estate,
la stessa estate di ore a camminare
senza un posto dove andare
ma era così bello
mettere un piede dietro l’altro
a fare passi.

Maria Attanasio

Published in: on marzo 13, 2018 at 07:09  Comments (4)  

La vita

La vita è un volo,
Un alito di vento,
È un giorno solo,
È un gesto inconfondibile
E fuggevole.
È l’amore eterno
Che finisce dopo un po’
E ne arriva un altro.
La vita è l’estate
Che se ne va
Già a settembre,
È un’aurora sulla spiaggia
A vent’anni a ridere,
E l’alba svegli a quaranta
per i troppi pensieri.
La vita è questo momento
E quello che verrà,
È prendersi per mano
Per camminare lungo
La riva di questo
Mare a specchio
Pensando che sia
Per sempre.

Piera Grosso

Published in: on marzo 13, 2018 at 07:00  Comments (5)