Malìa

Malia in aprile

acquerugiola

sui capelli

spirito inquieto

tra nubi violette.

Cogli lillà

alle siepi solitarie

ondeggia

la gonna glicine

al desiderio

di tacchi a spillo.

Ombre

curiose

dietro ventagli

di foglie

musica dal prato

in tappeto d’aghi.

Balli la gioia

nel sogno

che ruba il respiro

nel buio

s’apre l’identità

in ali di farfalla.

 

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 4, 2018 at 07:38  Comments (8)  

Licantropia

LYCANTHROPY

Somewhere dreams will be true.
There is a lonely lake
Moonlit for me and you
And like none for our sake.

There the dark white sail spread
To a vague wind unfelt
Shall make our sleep-life led
Towards where the waters melt

Into the black-tree’d shore,
Where the unknown woods meet
The lake’s wish to be more,
And make the dream complete.

There we will hide and fade,
Emptly moon-bound all,
Feeling that what we are made
Was something musical

 

§

In qualche luogo i sogni diventeranno realtà.
C’è un lago solitario  illuminato dalla luna
per me e per te come nessuno per noi soli.

Lì la scura bianca vela spiegata
in un vago vento non sentito
guiderà la nostra vita sonno
laddove le acque si fondono

in un lido di neri alberi,
dove i boschi sconosciuti vanno incontro
al desiderio del lago di essere di più
e rendono il sogno completo.

Là ci nasconderemo e svaniremo,
tutti vanamente al confine della luna,
sentendo che ciò di cui siamo fatti
è stato qualche volta musicale.

FERNANDO PESSOA

Published in: on maggio 4, 2018 at 07:25  Lascia un commento  

Orizzonte di cobalto

Orizzonte

dove lo sguardo

non incontra la fine

Mare e cielo, confusi

in un’unica miscela

di cobalto

 

Danila Oppio

Published in: on maggio 4, 2018 at 07:17  Comments (2)  

Incanto

Anche tu sei incanto
con le mani cariche di lavoro e vene,
tu che sposti pietre per case non tue,
tu che scegli una mela alla volta
e ne compri tre,
tu che guardi le vetrine
passando oltre,
tu che sai riconoscere la tenerezza dagli occhi,
tu che allo specchio non ti riconosci,
tu che apri lentamente la posta
e c’è, in ogni caso, una sorpresa,

anche tu che leggi rubando minuti al giorno,
tu che metti insieme pranzo e cena con fatica,
anche tu sei incanto, senza retorica.

Maria Attanasio

Published in: on maggio 4, 2018 at 07:14  Lascia un commento