Non innamorarti di una donna che legge

No te enamores de una mujer que lee, de una mujer que siente demasiado, de una mujer que escribe…
No te enamores de una mujer culta, maga, delirante, loca.
No te enamores de una mujer que piensa, que sabe lo que sabe y además sabe volar; una mujer segura de sí misma.
No te enamores de una mujer que se ríe o llora haciendo el amor, que sabe convertir en espíritu su carne; y mucho menos de una que ame la poesía (esas son las más peligrosas), o que se quede media hora contemplando una pintura y no sepa vivir sin la música.
No te enamores de una mujer a la que le interese la política y que sea rebelde y vertigue un inmenso horror por las injusticias.Una a la que le gusten los juegos de fútbol y de pelota y no le guste para nada ver televisión. Ni de una mujer que es bella sin importar las características de su cara y de su cuerpo.
No te enamores de una mujer intensa, lúdica y lúcida e irreverente.
No quieras enamorarte de una mujer así.
Porque cuando te enamoras de una mujer como esa, se quede ella contigo o no, te ame ella o no, de ella, de una mujer así, JAMAS se regresa.

§

Non innamorarti di una donna che legge,
di una donna che sente troppo,
di una donna che scrive…
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa,
che sa di sapere e che inoltre è capace di volare,
di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride
o piange mentre fa l’amore,
che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più,
di una donna che ama la poesia
(sono loro le più pericolose),
o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro
o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica,
lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere,
che rimanga con te oppure no, che ti ami
o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.

MARTHA RIVERA GARRIDO

Published in: on maggio 19, 2018 at 07:20  Comments (6)  

Fasi d’amore

Sole e sorriso:
e il cielo apre le porte
del paradiso.

Gocce di pianto:
se amore s’allontana
tristezza è accanto.

Amore è la sorgente dell’Idea
che allaga i cuori, come una marea.

Santi Cardella

Published in: on maggio 19, 2018 at 07:15  Comments (1)  

Oggi mi parlano le viole

Lì dal silenzio del giardino delle suore
oggi mi parlano le viole da lontano
lo so questa alta cancellata ci divide
non puoi tender le mani per toccarci
ma il tuo viso forte forte appoggia
a queste aste ostili e aspira forte
forte e sentirai quel dolce profumo
come facevi un tempo a riscoprir
oggi quello della antica giovinezza

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on maggio 19, 2018 at 07:05  Comments (4)  

Massacro

Si gioca al massacro!
Come una girandola
infernale
tutti gli assistiti,
i lottizzati,
i compromessi,
tutti quelli
che con le scarpe strette
stavan ben nel sistema,
all’improvviso
scopron d’essere onesti.
Una moda nuova s’affaccia
sulla scena politica
italiana:
stilisti improvvisati
lanciano nuovi costumi.
E tanti, molti direi,
s’accalcano allo stand
dei nuovi venditori.
Tremano i potenti,
coinvolti
negli scandali da sempre,
assaggiano il calice amaro
dell’umiliazione
nelle prigioni di Stato.
Inconsciamente,
il popolo impotente
sfoga le sue frustrazioni
mandando al macello
corrotti e corruttori.
Come una Santa Inquisizione
la macchina infernale
dei poteri contrapposti,
della ragion di stato,
miete nuovi raccolti
e la potenza delle delazioni
diventa morale corrente,
arma di resurrezione
in mano agli oppressi
da sempre.
Guardo
con occhi impotenti
l’evolversi degli avvenimenti:
l’Oracolo di Delo
non predice nulla di buono.
Gattopardesche intenzioni
s’agitano nella coscienza
dei manovratori?
Anch’io “fedele suddito”
dovrò diventare
“un borbonico schifoso”?
Assisto impotente
ad una sceneggiata
che si replica da un’eternità
con il botteghino sempre esaurito:
una macchinosa operazione
che sfrutta il mio consenso
per lasciare le cose
sempre al solito posto?

Salvatore Armando Santoro

Published in: on maggio 19, 2018 at 06:59  Lascia un commento