Giorni vissuti

Ho spampinato filari
aspettando tramonti.
Sai, quando l’aria si tinge
di bosco tra dita intirizzite.

Ho atteso che centinaia di albe
si levassero in volo.
Sai, quando passa l’angelo rosa
come una veste per scoprire il cielo.

Adesso che ho le mani
come radici di pino,
ma ancora sporche di ricordi,
ripasso con cura le scene
che segnano l’inizio e la fine
di giorni vissuti.

Lorenzo Poggi

Published in: on settembre 5, 2018 at 07:15  Comments (4)  

Ad una donna nata dalle stelle

Tiro con le mani il manto corto delle stelle
diramato disarmo solitudine
e disavanzi al cosmo
le nuvole sono gli orpelli al vuoto
…disorganizzo il pensiero…
al volo
in volo va tra rami aghi pungiglioni ed ali di farfalla
…ascendo…
la paura del senso del cielo ornato dai fiori
le mia membra senzosso
già scomposto

senza te

da te 

…sono solo quelle e sfumeranno nelle nuvole…
sublime morire
chiuso nel pensiero
di un piccolo immenso istante
di Vita
sotto il manto delle stelle

Enrico Tartagni

Published in: on settembre 5, 2018 at 07:13  Lascia un commento  

Nostalgia

Mi ha assalito un’acre nostalgia,
come la gente d’una vecchia foto che vorrebbe
tornare con chi la guarda, nella buona luce della lampada.

In questa casa, penso a come l’amore
in amicizia muta nella chimica
della nostra vita, e all’amicizia che ci rasserena
vicini alla morte.
E a quanto è simile ai fili sparsi la nostra vita
che più non sperano di tessersi in altro ordito.

Giungono dal deserto voci impenetrabili.
Polvere che profetizza polvere. Passa un aereo e ci chiude
sotto la lampo di un grosso sacco di destino.

E il ricordo di un viso amato di ragazza
trascorre per la valle, come quest’autobus notturno: molti
finestrini illuminati, molto viso di lei.

YEHUDA AMICHAI

Published in: on settembre 5, 2018 at 07:08  Comments (1)  

Lasciami qua

Lasciami qua
Imbevuta di sogni
Vai ma non lasciarmi

azzurrabianca

Published in: on settembre 5, 2018 at 06:57  Comments (1)