Asfodeli

Madonna, se il cuore v’offersi,
il cuore giovine e scarlatto,
e se voi, con un magnifico atto,
lo accettaste insieme à miei versi
di fanciullo poeta, e se voi
con l’olio del vostro amore
teneste vivo il suo splendore
e lo appagaste dè suoi
capricci assiduamente,
perché ieri lo faceste
sanguinare, lo faceste
lagrimare dolorosamente?
Tutte le sue gocce rosse
caddero a terra, mute,
e poi che furono cadute
il cuore più non si mosse
e come per incantamento
in ognuna fiorì un asfodelo,
il triste giglio del cielo
da l’eterno ammonimento.

SERGIO CORAZZINI

Published in: on settembre 29, 2018 at 07:33  Comments (1)  

Era facile

Era facile amarla
quando fresca corolla
di gioventù superba rideva
e di azzurra insolenza
richiamo di miele e luce
per cento voli di cuore
e labbra spavalde
assetate di primavera
ma quella notte
quella notte di primo inverno
quando al calare delle sue ombre
scomparse falene e voci
e braccia di languidi abbandoni
un grigio fantasma
venne a reclamare il suo pasto
quella notte
quando oppressa dal fiato di un drago
stillava lacrime di buio
la sua anima smarrita
io ero lì
la mente in disparte
ma carne e cuore in ascolto
ed improvviso
incerto e fioco come un pallido sogno
bastò il suo ultimo chiarore
ad illuminarmi la vita.

Fabio Sangiorgio

Published in: on settembre 29, 2018 at 07:16  Lascia un commento  

Non sei

Dove non sono, non sei.

Con ago e filo ricucio quello che hai sgranato.

Punto dopo punto

dal centro alla periferia

di ogni giorno

ricucio quello che hai strappato.

 

Maria Attanasio

Published in: on settembre 29, 2018 at 07:13  Comments (1)