A tutti i giovani raccomando

A tutti i giovani raccomando:
aprite i libri con religione,
non guardateli superficialmente,
perché in essi è racchiuso
il coraggio dei nostri padri.
E richiudeteli con dignità
quando dovete occuparvi di altre cose.
Ma soprattutto amate i poeti.
Essi hanno vangato per voi la terra
per tanti anni, non per costruivi tombe,
o simulacri, ma altari.
Pensate che potete camminare su di noi
come su dei grandi tappeti
e volare oltre questa triste realtà
quotidiana.

ALDA MERINI

Published in: on ottobre 29, 2018 at 07:45  Comments (2)  

La beffa dell’arca

Avremmo visto il luogo
in cui si nasce dalla propria morte
e si continua a vivere in esilio
_quando inventammo il cielo_
ciascuno immerso nelle proprie nuvole
con la testa al di là delle montagne
un santo scalatore
o un imbecille

ma non si può guardare oltre le stelle
per noi soltanto punti luccicanti
noi che sfidiamo il danno e l’impostura
percorrendoci a tratti di matita
in un quaderno squinternato
i fogli allo sbaraglio

a leggerli saranno angeli imbelli
caduti dalle sfere e tratti in salvo
da noi mortali indottrinati a morte
_ geni o decerebrati_
figli di qualche nume intestardito
illusi da un Noè
che ci fa stare in piedi sulla tolda
per poi buttarci tutti quanti giù

Cristina Bove

Published in: on ottobre 29, 2018 at 07:20  Lascia un commento  

Idee

Non amo parlare di idee pensate
mi sembrano cocci di vasi rotti
rattoppati alla meglio per un sorriso.

Mi piace avvolgermi nel mantello stregato
che conserva tracce di me oltre la storia
fugace e truccata d’una vita vissuta insaputa.

Le idee non si pensano, vengono.

Lorenzo Poggi

Published in: on ottobre 29, 2018 at 07:16  Comments (1)  

Le comiche finali

Ovvero la manina nel DEF

 

Già da tempo si sapeva

che Gigino il sussiegoso

non capia quel che diceva.

 

Ed è pur molto spassoso

saper anche pel ministro

pur lo scriver misterioso.

 

Lui con zelo fé il registro,

sotto attenta dettatura,

poi gli dicon ch’è un sinistro.

 

A incolpare si premura

“non son io c’è ‘na manina

che ne cambia la natura

 

ci hanno aggiunto ciliegina,

m’hanno fatto un bel tranello,

per pulir la lor latrina.”

 

E noi gonzi a questo e a quello

darem fede a tutto spiano,

tanto questo è un fatterello

…e l’italico dà l’ano.

 

Piero Colonna Romano

Published in: on ottobre 29, 2018 at 07:07  Lascia un commento