Un mondo migliore

Vogliamo che il mondo sia migliore?
Perché allora non ci togliamo la maschera
delle persone serie e impegnate,
di quelle che tanto sanno
perché imparato nelle “sudate carte”?
Rilassiamo i muscoli del viso,
disponiamo il nostro cuore all’ascolto,
abbandoniamo l’atteggiamento altero,
riscoprendo l’eterno bambino che è in noi,
cogliamo le cose più semplici.

E perché no?
Facciamo ogni tanto un sorriso
e, quando ci sta, una bella risata.

Sandra Greggio

Published in: on gennaio 6, 2019 at 07:12  Comments (4)  

Quel perdersi

Si confonde col mare
– quel perdersi –
tra mani curiose e irrequiete…

Come onda
che vuol ora mostrarsi
ad un cielo che ci è dato aranciato,
questo corpo l’anima comanda,
annienta rossori ed eros promuove.

Indefinito è il confine dell’oblio
mentre l’acqua è la sola testimone.

Aurelio Zucchi

Published in: on gennaio 6, 2019 at 06:54  Comments (1)  

Luna nova

La luna nova ncopp’a lu mare
stenne na fascia d’argiento fino;
dinnt’a la varca nu marenaro
quase s’addorme c’ ’a rezza ’nzino…
Nun durmí, scétete, oje marenà,
votta ’sta rezza, penza a vucà!

Nun durmí, scétete, oi marenà,
votta ’sta rezza, penza a vucà!

Dorme e suspira stu marenaro,
se sta sunnanno la nnammurata…
Zitto e cuieto se sta lu mare,
pure la luna se nc’è ncantata…
Luna d’argiento, lass’ ’o sunnà,
vaselo nfronte, nun ’o scetà…

Luna d’argiento, lass’ ’o sunnà,
vaselo nfronte, nun ’o scetà…

Comme a stu suonno de marenaro
tu duorme, Napule, viate a te!…
Duorme, ma nzuonno lacreme amare
tu chiagne, Napule!… Scétete, scé’!…
Puozze na vota resuscità!…
Scétate, scétete, Napule, Na’!…

Luna d’argiento, lass’ ’o sunnà,
vaselo nfronte, nun ’o scetà…

SALVATORE DI GIACOMO

Published in: on gennaio 6, 2019 at 06:54  Comments (2)