Tolleranza…assai intollerante

Volea, Tolleranza, che Intolleranza
-una sorella sua sortita male –
con spirito amoroso e con costanza
-seppure non le fosse congeniale –

tollerasse – con lei in stretta alleanza –
tutti e tutto in maniera solidale,
e beneficiar così, il mondo a oltranza
rispettando – sol! – ogn’altrui rituale.

Faticava tal pretesa a far presa
specie allorché Tolleranza pretese
d’intollerar – lei stessa! – a gran distesa

Intolleranza, che dai tollerati
con Tolleranza a capo – a larghe intese –
prona miser con tutti gli affiliati.

Non se n’avvede – par – ma l’insistente
protervia a intollerare Intolleranza
di Tolleranza rende inconsistente
il nome e lievitar fa…dissonanza.

Armando Bettozzi

Published in: on gennaio 21, 2019 at 07:40  Comments (1)  

Rimani

Interrogheremo
a lungo la luna
stanotte,
come ogni altra notte,
di questi silenzi
trasportati
meticolosamente
sulle ali del desiderio
sino alle nostre
incredule mani
A nostra volta
li confideremo
quei segreti
che non raccontiamo mai
a nessuno
e abbiamo custodito
gelosamente, nel nostri cuori.
Dormiremo abbracciati
tra soffici piume d’ erba
e petali di margherite
socchiuse appena
Un porta, che conduce
all’infinito
s’aprirà all’orizzonte
Mai più cosi vicino
il tuo braccio, che cinge
la mia vita
il mio cuore, impazzito
di gioia
Ma stanotte
io e te, ancora per una volta
soli
spogli dalle forme
liberi
eppur sempre più
incatenati
l’uno all’altro…
Non te ne andare,
Amore!

Rimani!

Anileda Xeka

Published in: on gennaio 21, 2019 at 07:32  Comments (1)  

Cercati meno esigenti amiche

.
Cercati meno esigenti amiche,
più tenere in fatto di prodigi.
So che Venere è un fatto di mani, artigiano,
conosco il mio mestiere:
dal silenzio più solenne fino a sterminare l’anima
– tutta la divina scala –
da: mio respiro! a: non respirare!
.

MARINA IVANOVNA CVETAEVA

Published in: on gennaio 21, 2019 at 07:31  Comments (1)  

Le palpebre della vita

Le palpebre della vita
si chiudono stanche
nell’ora dell’eterno
riposo.
S’apriranno forse
domani alla luce
della speranza
sotto il mantello
delle stelle
silenziose sentinelle
delle anime in pena.
La fede
compagna incredula
non segue il mio destino.
Che la terra m’accolga
minuta materia
dell’infinito Universo.

Nino Silenzi

Published in: on gennaio 21, 2019 at 07:27  Comments (2)