Messa prima

Quel suono celeste
della campanetta fra i monti!
Presto ti sveglia, a le feste,
chiama con rintocchi pronti
la sua Messa prima.
Si senton tocchi di zoccoli
per le stradette ancor buie,
sbattere un’imposta, un frullo
ma subito quieto, sul tetto,
remoti canti di galli.
Poi torna pace ancora,
cullata dal rivo.
E intanto aggiorna.
Appena la messa è detta,
bisbigli di neri scialli,
soste lungo il sagrato…
E il sole dora la cima
de la montagna opposta,
scivola sul pendio accanto,
arriva come un fanciullo,
balzando di clivo in clivo,
a la chiesetta che tace,
bianca, presso il camposanto.

FRANCESCO PASTONCHI

Published in: on maggio 3, 2019 at 07:46  Lascia un commento  

Alla rosa

Chissà da dove vieni
rosa
che poggiata sul lato
di questo semplice vaso
con poca acqua
arrossisci in penombra
e sorrido a vederti
capendo che il mondo
che tenta ogni giorno
di cancellarci
di buttarci via
non saprà mai chi siamo,
sorrido sapendo
che potremmo
tutti noi
comunque
anche nella morte
come te
donare bellezza.

Gian Luca Sechi

Published in: on maggio 3, 2019 at 07:35  Comments (2)  

Sera

Scopro la sera

raccolta

sul pianoro fiorito e

vago nel silenzio

tra filari di cipressi.

Mi adagio

sotto il pino

rude e solitario

apro il cuore

allo Spirito saggio.

Filtra

luce rosata

a modellare forme

amalgamarsi

di colori

profumo di terra.

 

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 3, 2019 at 07:19  Comments (5)  

Dal cammino…

Dal cammino dei piedi

deriva il mio credo

ma quando s’illumina la via

della poesia

metto le ali di Icaro

per cadere nel mare di cera…

 

Aurelia Tieghi

Published in: on maggio 3, 2019 at 06:53  Lascia un commento